08-10-2019

59° SALONE NAUTICO A GENOVA : SIGLATO ACCORDO TRA ASSOFRIGORISTI E CONFINDUSTRIA NAUTICA

"Assofrigoristi crede che per salvaguardare realmente l'ambiente e la professionalità si debbano coinvolgere anche i settori, come la nautica, esclusi dagli obblighi del Regolamento 517/14, ma che ne subiscono le conseguenze indirettamente" commenta Gianluca De Giovanni a valle della firma del protocollo di intesa tra Assofrigoristi e UCINA, l'associazione di Confindustria dei costruttori di imbarcazioni.

Lo scorso 24 settembre, come anticipato da Gianluca De Giovanni al Consiglio Direttivo Nazionale, il presidente ha sottoscritto con Saverio Cecchi, presidente UCINA, un accordo quadro di collaborazione tra le associazioni, al fine di cooperare per la mutua crescita nell'ambito delle applicazioni "on board" per la climatizzazione e la refrigerazione.

Il Presidente di UCINA Saverio Cecchi ha dichiarato. "Con la mia squadra perseguirò, tra gli altri, l'obiettivo della formazione di settore, e l'accordo con Assofrigoristi si pone nel solco di questa scelta, dove la responsabilità ambientale - che anche noi mettiamo al centro - è un aspetto fondamentale".

Si stima, ad esempio, che il 30% del consumo totale di energia di una nave da crociera provenga dal condizionamento e dalla ventilazione, per le cabine, gli spazi comuni e le cucine. Ciò ha un impatto notevole sulla redditività e sull'impatto ambientale. Come in ogni settore, l'utile sul capitale investito è la priorità numero uno, e le scelte per la climatizzazione e la refrigerazione a bordo di una nave da crociera o di un'imbarcazione per passeggeri e merci sono sempre fondamentali per l'efficienza energetica.